Proroga degli incentivi al fotovoltaico fino alla fine del 2020.
La proroga delle detrazioni fiscali 50% fino a tutto il 2020 rende sempre vantaggiosa la scelta di installare un impianto fotovoltaico, sia perché permette di dimezzare il costo dell’installazione e di recuperare il costo grazie alle detrazioni fiscali, che ogni anno assicurano un rimborso Irpef annuale sul 50% dei costi dell’impianto, fino a 10 anni. 

Le detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia sono previste dalla legge n. 90 del 2013, il cui testo è stato recentemente modificato dalla nuova Legge di Stabilità per il 2017. In particolare la disciplina relativa alle detrazioni.
E’ la stessa normativa di settore a ricomprendere, tra gli interventi che beneficiano delle detrazioni in oggetto, le installazioni di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, in considerazione della loro finalità di risparmio energetico e della loro tecnologia basata sull’impiego di fonti rinnovabili come quella solare.
Va evidenziato che, per usufruire del regime delle detrazioni, l’impianto fotovoltaico deve essere destinato esclusivamente a soddisfare il fabbisogno energetico domestico, cioè, ad esempio, ad alimentare gli elettrodomestici e ad illuminare gli ambienti dell’abitazione. La detrazione relativa alle spese sostenute per l’installazione dell’impianto fotovoltaico va ripartita in dieci quote annuali di uguale importo.
Possono usufruire delle detrazioni 2017 i proprietari degli immobili oggetto di intervento ed i titolari di diritti reali o personali di godimento sugli stessi immobili: quindi i proprietari, i nudi proprietari, i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), i locatari ed i comodatari.
Quando si procede all’installazione di un impianto fotovoltaico, le spese a cui occorre far fronte possono essere di varia natura.
Innanzitutto, come ovvio, bisogna considerare il prezzo dei pannelli e di ogni altro elemento che andrà a far parte dell’impianto, come l’inverter, le batterie d’accumulo o gli ottimizzatori. Il costo della manodopera è una delle componenti principali della spesa complessiva, poiché, com’è evidente, l’installazione di un impianto fotovoltaico richiede l’intervento di tecnici ed operatori qualificati. Infine, potrebbe rendersi necessario l’intervento di un professionista come un ingegnere o un architetto, per ottenere le necessarie autorizzazioni (ad esempio paesaggistiche) presso i competenti enti pubblici.
Tutte queste voci concorrono a formare la spesa complessiva sulla quale viene applicata l’agevolazione prevista dalla manovra. Pertanto, la detrazione del 50% delle spese sostenute per l’installazione di un impianto fotovoltaico farà riferimento alla somma delle spese per i materiali, la manodopera e l’opera del professionista abilitato.
E’ opportuno specificare che l’agevolazione della detrazione del 50% delle spese sostenute è applicabile anche all’acquisto e alla relativa installazione di sistemi di accumulo da integrare su impianti fotovoltaici già esistenti.
 
Gli altri incentivi.
Va detto che il sistema delle detrazioni fiscali per interventi non è l’unica forma di incentivo destinata a chi installa sul proprio immobile un impianto fotovoltaico.
Se è vero, infatti, che non è più possibile aderire al cosiddetto Conto Energia, che ha cessato di esistere nel 2013, è tuttora possibile usufruire dell’IVA agevolata.
Per l’acquisto di impianti fotovoltaici, infatti, qualunque soggetto privato paga un’imposta IVA agevolata al 10%.
Da ultimo, va ricordato che le agevolazioni e gli incentivi non rappresentano l’unico vantaggio e l’unico modo per risparmiare. Ad esempio, è possibile scegliere la modalità di scambio sul posto aderendo all’apposita formula proposta dal GSE, oppure, più in concreto, creare dei sistemi integrati di efficientamento energetico per sfruttare al meglio tutti i diversi tipi di fonti rinnovabili.
Ad esempio, la presenza di una pompa di calore nell’immobile è una scelta conveniente per il riscaldamento degli ambienti e per la fornitura di acqua calda sanitaria all’abitazione, consentendo un notevole risparmio sul gas. Poiché, però, la pompa esige un gran dispendio di energia elettrica, l’installazione di un impianto fotovoltaico, consentirà di rendere efficiente la complessiva fornitura di energia, sfruttando un sistema integrato di fonti rinnovabili per spendere pochissimo sia in energia elettrica che in riscaldamento.

 

 

Impianto fotovoltaico

Totale rifacimento della copertura ed installazione di impianto fotovoltaico

Idealtetto S.r.l.

Tel. 0421.302.042 - Fax 0421.300.196 - Mail: info@idealtetto.it

Numero Verde 800.199.312 - Contatto WhatsApp 329.400.75.80

Il tuo modulo messaggio è stato inviato correttamente.

Hai inserito i seguenti dati:

Contattaci per informazioni e preventivi

Correggi i dati inseriti nei seguenti campi:
Errore invio modulo. Riprova più tardi.

Nota: i campi contrassegnati con *sono obbligatori.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Idealtetto S.r.l. - Sede Operativa: Via J.F. Kennedy, 37 - 30027 San Donà di Piave (VE) -- Sede Legale: Via Trieste, 18 - 30029 Santo Stino di Livenza (VE) - ITALY - Tel. 0421.302.042 - Fax 0421.300.196 - Mail: info@idealtetto.it - Numero Verde 800.199.312 - Contatto WhatsApp 329.400.75.80

Chiama

E-mail

Come arrivare